Come realizzare un sito web. - BLOG-CONNECTION

La Digitalizzazione non è solo smartphone!! BC è la tua agenzia di comunicazione.

Cerca in BC: interviste, articoli, comunicazione, social, web radio, digital, streaming

Come realizzare un sito web.

Share This

Come creare un sito, o un blog, per la propria ideo o attività?
Rispondere a questo quesito, nell’era della “digital comunication” è molto semplice e facile, poiché esistono svariati modi per aprire un proprio contenitore ed anche svariati modi per rendere la propria idea sempre più accattivante. In questo post,  daremo degli esempi su come usare al meglio le possibilità date dalla rete, per creare un nostro contenitore, ponendo anche qualche consiglio.

Per iniziare al meglio il percorso, andiamo su “google” o sul motore di ricerca che usi di solito, e scriviamo “come creare sito gratis”. Il motore di ricerca, tramite questa parola chiave che gli hai chiesto di analizzare, fornirà subito tante possibilità per creare da zero un contenitore ufficiale. Sul web, infatti, esistono molti servizi che offrono anche a chi non ha competenze di codici css e di codici htlm, la possibilità di crearsi grazie ai loro “tools”, alla loro tavola strumenti, un sito. Come puoi vedere, ci sono tantissimi siti che dichiarano apertamente che in neanche  dieci minuti e avrai il tuo contenitore, sito ufficiale, o blog che sia.

Tuttavia, non bisogna fermarsi ai primi siti o ai primi consigli che lo stesso motore di ricerca ci offre. Bisogna trovare quello che è giusto, per il brand, per la vision, o la mission che ci siamo posti e soprattutto deve soddisfare le nostre esigenze. In più, bisogna trovare il modo di fare un sito, un blog, che sia visualizzabile in egual misura sia su deskpot, ossia tramite pc, e sia su device come “smartphone e tablet”, e questi tipi di siti, vengono chiamati in gergo “responsive”. E noi oggi parleremo proprio di questa nuova era di visualizzazione digitale. Ma prima di parlare di essi, andiamo a vedere dov’è più consigliato creare uno spazio da gestire integralmente.
La nostra ricerca, ci ha portato a trovare tante idee, ma possiamo dire tranquillamente che le piattaforme più in voga per la creazione di siti, o blog, sono in questo momento: 1)blogger; 2)wordpress; 3)wix; 4)flazio; 5)google site e via via tutti gli altri. 

1)blogger: è la piattaforma gratuita messa a disposizione dal colosso anglosassone “google” che ti offre la possibilità tramite l’email gratuita di gmail di fare un tuo blog con indirizzo – htpp//nometuoblog.blogspot.com – il nome lo puoi scegliere e lo stesso blogger ti indicherà se è disponibile o e già usato;

2)wordpress: è la piattaforma più usata da chi vuole un blog, un sito, che non sia solo un suo cumulo di idee ma che sia anche una fonte di monetizzazione. I maggior brand, nazionali e internazionali usano wordpress, per la messa in opera dei loro siti. E anche qui avrai un indirizzo httpp//nometuosito.wordpress.com

3)wix: piattaforma molto simile a wordpress con una bella tavola strumenti che ti offre la possibilità di creare un sito dinamico e moderno. Forte competitor di wordpress e molto spesso vi si trovano le stesse caratteristiche del precedente. Anche qui, sito gratuito con indice htpp//nometuosito.wix.com;

4)flazio: sturtup italiana che sta riscuotendo un bel successo nel mondo della creazione di siti e blog. Una piattaforma facile da usare che offre stili moderni e competitivi. Accedi sempre, per fare un sito gratuito ed avrai come indice, httpp//nometuosito.fazio.com;

5)googlesite; strumento messo a disposizione da google per la creazione di siti ufficiali e di blog. Accedi tramite la tua email di gmail e puoi creare un tuo spazio del tutto gratuito.

Detto ciò, entriamo nella questione più interna dell’articolo:
Tra tutti questi, per un avvicinamento alla creazione di un sito, di un blog, di un contenitore che rispecchi le esigenze personali, consiglio senza ombra di dubbio, di utilizzare la piattaforma di blogger messa a disposizione da Google.  Questo blog, ad esempio è creato su blogger utilizzando una template free, scaricabile sul vostro pc, che è come dicevo poco fa, responsive, ma come vedi il dominio è personalizzato. Ma andiamo con ordine. Cos’è un template?

Un template è in informatica, un sostantivo usato nel gergo comune, che consente di creare o di inserire contenuti di diverso tipo in un documento o in una pagina web. Questo file creato in html, ci permette di lavorare sulla struttura del sito e lo possiamo modificare a nostro piacimento. Inoltre sarà quello che gli utenti vedranno sia sul loro pc e sia sul loro device preferito. Cos’è un dominio?
Non è altro che l’indirizzo che il browser che utilizziamo mostra agli utenti, quando si collegano al sito, giusto per fare un esempio semplicissimo. Indirizzo che ci viene fornito in maniera automatica una volta creato l’account di blogger e definito il nome e comparirà con http//mometuoblog.blogospot.com e sarà l’indirizzo che potrai fornire a chi ti vorrà seguire. Un sito però come un blog, possono essere anche indirizzati verso domini personalizzati, che per nostra sfortuna, sono non a titolo free ma a pagamento. Esistono vari modi, ma i più diffusi sono: google domaniins; go daddy- aruba. Con questi servizi puoi accedere a crearti, valutando la disponibilità per la scelta del nome del tuo dominio,  un dominio del tipo www.blogconnection.it e quindi passerai come nel mio caso da http//bagnatoalessandro.blgospot.com al sito personalizzato.  Dominio creato con la piattaforma di Aruba. Per i costi, ne riparliamo in un prossimo articolo, parlando appunto di “Aruba”.

Usare Blogger: Ripeto, consiglio l’uso di blogger perché è molto facile da usare ed è molto semplice da personalizzare. Basta cliccare qui, scaricare il template che più rispecchia ciò che vorremmo fare e scaricarlo sul dispositivo. Una volta scaricato, lo carichiamo in blogger sul nostro contenitore e poi possiamo lavorare a tutti gli elementi che vogliamo sistemare.  Su come creare un sito, un blog, su blogger, consiglio di visitare il seguente link, che secondo me, è molto utile per creare ciò che vorremmo fare. Poi ovviamente ci sono altri elementi che vanno considerati, come la crescita del sito sui motori di ricerca, la popolarità e anche la monetizzazione. Categorie che vedremo presto insieme su questo blog.
Buona ricerca e buon lavoro.
Alessandro Bagnato
Esperto in Social Media Marketing e Comunicazione
Dott. In Filosofia e Scienze Umane
Curatore di BlogConnection

Posta un commento

MEDIA PARTNER

ASD_SANARICA radio_waves_tricase

Come realizzare un sito web.


Come creare un sito, o un blog, per la propria ideo o attività?
Rispondere a questo quesito, nell’era della “digital comunication” è molto semplice e facile, poiché esistono svariati modi per aprire un proprio contenitore ed anche svariati modi per rendere la propria idea sempre più accattivante. In questo post,  daremo degli esempi su come usare al meglio le possibilità date dalla rete, per creare un nostro contenitore, ponendo anche qualche consiglio.

Per iniziare al meglio il percorso, andiamo su “google” o sul motore di ricerca che usi di solito, e scriviamo “come creare sito gratis”. Il motore di ricerca, tramite questa parola chiave che gli hai chiesto di analizzare, fornirà subito tante possibilità per creare da zero un contenitore ufficiale. Sul web, infatti, esistono molti servizi che offrono anche a chi non ha competenze di codici css e di codici htlm, la possibilità di crearsi grazie ai loro “tools”, alla loro tavola strumenti, un sito. Come puoi vedere, ci sono tantissimi siti che dichiarano apertamente che in neanche  dieci minuti e avrai il tuo contenitore, sito ufficiale, o blog che sia.

Tuttavia, non bisogna fermarsi ai primi siti o ai primi consigli che lo stesso motore di ricerca ci offre. Bisogna trovare quello che è giusto, per il brand, per la vision, o la mission che ci siamo posti e soprattutto deve soddisfare le nostre esigenze. In più, bisogna trovare il modo di fare un sito, un blog, che sia visualizzabile in egual misura sia su deskpot, ossia tramite pc, e sia su device come “smartphone e tablet”, e questi tipi di siti, vengono chiamati in gergo “responsive”. E noi oggi parleremo proprio di questa nuova era di visualizzazione digitale. Ma prima di parlare di essi, andiamo a vedere dov’è più consigliato creare uno spazio da gestire integralmente.
La nostra ricerca, ci ha portato a trovare tante idee, ma possiamo dire tranquillamente che le piattaforme più in voga per la creazione di siti, o blog, sono in questo momento: 1)blogger; 2)wordpress; 3)wix; 4)flazio; 5)google site e via via tutti gli altri. 

1)blogger: è la piattaforma gratuita messa a disposizione dal colosso anglosassone “google” che ti offre la possibilità tramite l’email gratuita di gmail di fare un tuo blog con indirizzo – htpp//nometuoblog.blogspot.com – il nome lo puoi scegliere e lo stesso blogger ti indicherà se è disponibile o e già usato;

2)wordpress: è la piattaforma più usata da chi vuole un blog, un sito, che non sia solo un suo cumulo di idee ma che sia anche una fonte di monetizzazione. I maggior brand, nazionali e internazionali usano wordpress, per la messa in opera dei loro siti. E anche qui avrai un indirizzo httpp//nometuosito.wordpress.com

3)wix: piattaforma molto simile a wordpress con una bella tavola strumenti che ti offre la possibilità di creare un sito dinamico e moderno. Forte competitor di wordpress e molto spesso vi si trovano le stesse caratteristiche del precedente. Anche qui, sito gratuito con indice htpp//nometuosito.wix.com;

4)flazio: sturtup italiana che sta riscuotendo un bel successo nel mondo della creazione di siti e blog. Una piattaforma facile da usare che offre stili moderni e competitivi. Accedi sempre, per fare un sito gratuito ed avrai come indice, httpp//nometuosito.fazio.com;

5)googlesite; strumento messo a disposizione da google per la creazione di siti ufficiali e di blog. Accedi tramite la tua email di gmail e puoi creare un tuo spazio del tutto gratuito.

Detto ciò, entriamo nella questione più interna dell’articolo:
Tra tutti questi, per un avvicinamento alla creazione di un sito, di un blog, di un contenitore che rispecchi le esigenze personali, consiglio senza ombra di dubbio, di utilizzare la piattaforma di blogger messa a disposizione da Google.  Questo blog, ad esempio è creato su blogger utilizzando una template free, scaricabile sul vostro pc, che è come dicevo poco fa, responsive, ma come vedi il dominio è personalizzato. Ma andiamo con ordine. Cos’è un template?

Un template è in informatica, un sostantivo usato nel gergo comune, che consente di creare o di inserire contenuti di diverso tipo in un documento o in una pagina web. Questo file creato in html, ci permette di lavorare sulla struttura del sito e lo possiamo modificare a nostro piacimento. Inoltre sarà quello che gli utenti vedranno sia sul loro pc e sia sul loro device preferito. Cos’è un dominio?
Non è altro che l’indirizzo che il browser che utilizziamo mostra agli utenti, quando si collegano al sito, giusto per fare un esempio semplicissimo. Indirizzo che ci viene fornito in maniera automatica una volta creato l’account di blogger e definito il nome e comparirà con http//mometuoblog.blogospot.com e sarà l’indirizzo che potrai fornire a chi ti vorrà seguire. Un sito però come un blog, possono essere anche indirizzati verso domini personalizzati, che per nostra sfortuna, sono non a titolo free ma a pagamento. Esistono vari modi, ma i più diffusi sono: google domaniins; go daddy- aruba. Con questi servizi puoi accedere a crearti, valutando la disponibilità per la scelta del nome del tuo dominio,  un dominio del tipo www.blogconnection.it e quindi passerai come nel mio caso da http//bagnatoalessandro.blgospot.com al sito personalizzato.  Dominio creato con la piattaforma di Aruba. Per i costi, ne riparliamo in un prossimo articolo, parlando appunto di “Aruba”.

Usare Blogger: Ripeto, consiglio l’uso di blogger perché è molto facile da usare ed è molto semplice da personalizzare. Basta cliccare qui, scaricare il template che più rispecchia ciò che vorremmo fare e scaricarlo sul dispositivo. Una volta scaricato, lo carichiamo in blogger sul nostro contenitore e poi possiamo lavorare a tutti gli elementi che vogliamo sistemare.  Su come creare un sito, un blog, su blogger, consiglio di visitare il seguente link, che secondo me, è molto utile per creare ciò che vorremmo fare. Poi ovviamente ci sono altri elementi che vanno considerati, come la crescita del sito sui motori di ricerca, la popolarità e anche la monetizzazione. Categorie che vedremo presto insieme su questo blog.
Buona ricerca e buon lavoro.
Alessandro Bagnato
Esperto in Social Media Marketing e Comunicazione
Dott. In Filosofia e Scienze Umane
Curatore di BlogConnection

Share This Article:

, , , ,
Posta un commento